Guida alla Scelta

Nella scelta di un purificatore d’aria è consigliato tenere in considerazione alcune caratteristiche specifiche, per acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze, e non restarne delusi. È bene precisare innanzitutto che un purificatore d’aria ha uno scopo preciso. Di solito, viene utilizzato per prevenire l’insorgenza di alcune patologie come l’asma o l’allergia, oppure per l’eliminazione di odori sgradevoli (animali domestici, lettiere per gatti, odori di cucina, fumi di tabacco e camino). Avere molta aria pulita è uno stile di vita sano e migliora il benessere e l’umore in casa.

Vediamo subito quali sono le caratteristiche principali di un purificatore d’aria:

  • La dimensione del dispositivo

Come elettrodomestico, un depuratore d’aria dovrebbe essere delle dimensioni desiderate dalla maggior parte dei consumatori. Da un lato, i marchi producono dispositivi destinati a molteplici usi . Dall’altro, le superfici sono diverse da una casa all’altra. È quindi possibile che pochi modelli possano soddisfare le esigenze di una persona. In genere, un purificatore d’aria non occupa molto spazio. Le forme possono essere diverse: rettangolari o affusolate. Inoltre, i poteri di trattamento dell’aria potrebbero essere diversi a seconda di questi.

  • La posizione desiderata

Prima di acquistare un purificatore è bene avere già idea di dove posizionarlo, al fine di sceglierne uno dalla dimensione adatta. In questo senso, il modello scelto dipenderà interamente dalle dimensioni del dispositivo e da dove verrà installato. Diversi casi sono possibili, ad esempio, perché la posizione potrebbe non avere importanza in quanto lo spazio è sufficiente o è necessario acquistare più di un depuratore d’aria. In questo caso, la questione della potenza e dell’efficienza entra in gioco.

  • Il volume della stanza

Esistono diversi modelli di purificatore d’aria sul mercato, e ogni marca produce modelli simili, ma che si differenziano per la loro capacità di purificare una determinata superficie. Questo può variare da 20m² a più di 100m² .

Questo dettaglio è essenziale poiché si potrebbe usare il dispositivo in qualsiasi condizione, sia a casa che in ufficio. Quest’ultimo è spesso più esigente in termini di volume d’aria erogato all’ora. Un flusso di circa 300 m 3/h può essere sufficiente per purificare un’area di 60 m².

  • Il rumore

Generalmente, il rumore viene misurato in decibel (dB). Varia 5 dB (corrisponde al rumore di un computer in esecuzione) e 60 dB (corrisponde al rumore di un aspirapolvere in esecuzione) a seconda del modello. I produttori annotano questo dettaglio sul loro prodotto, in caso contrario, nel manuale dell’utente che lo accompagna.

Un purificatore d’aria può essere costituito da un motore elettrico con ventola. Il livello sonoro di un depuratore d’aria dipende quindi dalla velocità della ventola e dal flusso dell’aria di scarico. Se il dispositivo ha una velocità regolabile , il volume del suono emesso varia in base a esso.

  • Il livello di consumo

Nel momento in cui è importante combattere il dispendio energetico , anche il consumo di energia del depuratore d’aria è importante, sapendo che utilizza un motore elettrico . La potenza richiesta per eseguire questo tipo di dispositivo dipende dal suo utilizzo. Con un filtro dell’aria HEPA , il consumo può variare di circa 5 W. Mentre i modelli dotati di filtro a ionizzazione o di combustione possono consumare fino a 90 W.

  • Il sistema di filtraggio

Attualmente, i produttori offrono sistemi di filtrazione su più livelli. Alcuni modelli hanno quattro livelli di filtrazione, mentre altri ne hanno solo due.

I modelli a due livelli sono dotati di un filtro a carbone e di un filtro HEPA (filtro dell’aria particellare ad alta efficienza). D’altra parte, gli altri a quattro livelli hanno un pre-filtro, un filtro a carbone, un filtro per il trattamento antimicrobico e un filtro al plasma. Per conoscere tutti i dettagli sui filtri, leggi il nostro approfondimento qui.

  • Manutenzione del sistema di filtrazione

È importante sapere come mantenere un depuratore d’aria . Alcuni modelli di purificatore d’aria offrono filtri standardizzati e reperibili sul mercato. Tuttavia, alcuni filtri sono lavabili. In questo caso, è quindi più facile mantenere il dispositivo.

Inoltre, la maggior parte dei depuratori d’aria attualmente disponibili sul mercato offrono un indicatore automatico per la pulizia o la sostituzione del filtro . Questo è molto utile e anche vantaggioso per un prodotto perché la qualità dell’aria sarà sempre mantenuta.