Consigli utili

Purificare l’ambiente di casa dai virus e batteri

Normalmente la casa è il luogo in cui trascorriamo più tempo ed è anche quello che crediamo essere meno inquinato, soprattutto rispetto all’ambiente esterno. Purtroppo però molto spesso le abitazioni sono insalubri, al contrario di quanto si crede, per la scarsa ventilazione e per via dell’aria non purificata. Succede soprattutto quando, per esempio, si tende a tenere le finestre chiuse o si hanno stanze con la porta aperta raramente. I purificatori d’aria offrono un grande supporto in questo senso e possono dimostrarsi utilissimi non soltanto per migliorare la qualità dell’aria dell’abitazione, ma anche per combattere la presenza di virus e batteri.

Purificare l’ambiente di casa: come agire contro virus e batteri

A parte le classiche indicazioni che abbiamo già accennato, ossia far ventilare sempre le stanze, lasciando le finestre temporaneamente aperte così come le porte – rimedio molto utile anche contro gli acari e la polvere in generale -, è fondamentale anche ricorrere ad un aiuto più professionale. Si tratta di quello che viene dato dal purificatore d’aria. Ne esistono di diversi tipi ma, per chi ne vuole scegliere uno proprio allo scopo di evitare le patologie virali o batteriche, è necessario prendere una decisione più oculata. Alcuni purificatori d’aria molto moderni si comportano, ad esempio, in maniera simile ai robot per la pulizia domestica. Riescono a spostarsi attraverso i sensori che permettono di evitare gli ostacoli e, quando terminano la purificazione in una camera, si spostano in un’altra. Naturalmente sono i più costosi sul mercato, ma i più utili contro virus e batteri: infatti è fondamentale che l’aria di tutta la casa subisca una sanificazione, altrimenti si rischia di avere una stanza libera da agenti patogeni ed un’altra che, invece, non viene sufficientemente ventilata. Per questo motivo, un purificatore d’aria mobile può essere una soluzione per chi ha abbastanza denaro da dedicare agli elettrodomestici.

Per chi invece desidera ottenere lo stesso risultato, dato che come abbiamo detto se si desidera efficacemente combattere i virus e i batteri bisogna controllare tutta la casa, sono consigliatissimi i purificatori d’aria portatili. Bisogna semplicemente scegliere quelli dalle dimensioni più piccole, che quindi possono essere spostati nel corso della giornata nelle varie stanze. Si tratta di un tipo di purificatore abbastanza diffuso e di conseguenza molto meno costoso di quello mobile, che rappresenta un’ottima scelta per rendere la casa più igienica e meno inquinata sotto ogni punto di vista, senza stanze privilegiate.

Purificatori d’aria: le particelle di virus e batteri vengono filtrate?

Come ben possiamo immaginare, non è molto facile ‘catturare’ un virus o un batterio, vista la dimensione davvero minima. Per fortuna i purificatori d’aria servono proprio a questo e se si desidera purificare l’ambiente di casa, non bisogna preoccuparsi per le particelle, che dai modelli più recenti vengono senz’alcun dubbio filtrate.

In un periodo come questo, è lecito chiedersi se vale lo stesso discorso per il coronavirus, che sembra essere molto contagioso. I dati ufficiali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccontano che il COVID-19 ha una dimensione di 0,125 micron, quindi una delle più elevate tra i virus. Si tratta di una notizia veramente ottima dato che i purificatori d’aria catturano particelle di dimensioni a volte anche inferiori a 0,1 micron, quando le grandezze di quasi tutti i principali virus vanno da 0,004 a 0,1 micron. Come abbiamo visto, il COVID-19 ha addirittura una ‘taglia’ più elevata, il che significa che viene senza dubbio filtrato e combattuto in maniera efficace dal purificatore d’aria. Purificare l’ambiente di casa però non deve essere una preoccupazione importante se rapportata al coronavirus. Infatti normalmente il contagio non avviene attraverso l’aria (anche se può succedere), ma mediante il contagio diretto con una persona già infetta attraverso le goccioline di saliva durante tosse o starnuti. L’acquisto del purificatore è indubbiamente una misura utile per rendere l’ambiente meno inquinato e maggiormente libero dai virus in generale, cosa utile per prevenire il contagio, ma per fortuna ammalarsi attraverso l’aria non è così frequente. Non sono, ad ogni modo, ancora stati diffusi studi precisi in merito, ma sembra che il nuovo coronavirus resista nell’aria mezz’ora. 

COVID-19 a parte, acquistare un purificatore d’aria è sempre una scelta ottima e responsabile, per respirare un’aria più pulita e più libera dagli agenti patogeni. Basta scegliere quello più adatto alle nostre esigenze!

Ecco i migliori purificatori per filtrare virus e batteri in casa:

Leave a Comment